Prenota Online

Linda Soldani psicologa psicoterapeuta


Deontologia

Sono diverse le figure che, a vario titolo, si occupano della psiche, non di rado ingenerando un certo grado di confusione tra gli utenti. Di seguito verranno fornite alcune informazioni utili ad orientarsi meglio.


Lo psicologo

E’ un laureato in psicologia che, in seguito alla laurea quinquiennale, ha effettuato un tirocinio formativo di un anno ed ha infine superato l’esame di stato per l’abilitazione alla professione. Risulta pertanto iscritto all’Ordine degli Psicologi della regione di appartenenza. Lo psicologo semplice può effettuare colloqui di sostegno, consulenza psicologica, somministrare test e questionari, insegnare tecniche di rilassamento, ecc.

Lo psicologo di base non può in alcun modo somministrare farmaci in quanto non medico e non può effettuare psicoterapia.


Lo psicoterapeuta

Può essere sia psicologo, sia medico ma deve essere specializzato in psicoterapia. Se psicologo, risulta pertanto iscritto all’Ordine degli Psicologi della regione di appartenenza, nella sezione dell’albo denominata “psicoterapeuti”.

In seguito alla laurea, ha effettuato un corso di specializzazione di durata almeno quadriennale riconosciuto dallo Stato Italiano. Solo gli psicologi specializzati in psicoterapia possono curare i disturbi psichici.

Mentre i medici specializzati in psicoterapia hanno facoltà di prescrivere farmaci, gli psicologi specializzati in psicoterapia non possono in alcun modo effettuare prescrizioni farmacologiche.

Esistono diversi orientamenti psicoterapeutici, quanto al quadro teorico di riferimento, che possono essere ricondotti ai seguenti approcci principali: cognitivo-comportamentale, sistemico-relazionale, psicoanalitico, umanistico.


Lo psicoanalista

E’ un tipo particolare di psicoterapeuta che si ispira alla psicanalisi di Freud o dei suoi successori (Jung, Adler, ecc). Lo psicoanalista per diventare tale, deve necessariamente sottoporsi ad un’analisi personale di tipo didattico. Non necessariamente lo psicoanalista è laureato in psicologia o medicina. Specie in passato, molti psicoanalisti erano laureati in filosofia.


Lo psichiatra

E sempre un medico specializzato in psichiatria ed in base alla legge italiana, può esercitare la psicoterapia anche senza avere frequentato una scuola di specializzazione specifica.
Lo psichiatra cura i disturbi psichici con i metodi propri della psichiatria che prevedono l’utilizzo di farmaci e di colloqui clinici. Spesso opera in sinergia con lo psicologo-psicoterapeuta secondo i principi dell’approccio integrato (farmacologico + psicoterapico) consentendo di ottenere risultati migliori o di abbreviare i tempi della cura.
Lo psichiatra non si limita al trattamento delle cosiddette “patologie maggiori” come le psicosi ma oggi sempre di più si occupa anche di disagi “minori” o di problematiche esistenziali o relazionali.


Il neurologo

E’ un medico specializzato in neurologia. La neurologia è una branca della medicina che studia le patologie del Sistema Nervoso Centrale (SNC) e del Sistema Nervoso Periferico, così come del Sistema Nervoso Autonomo (Simpatico e Parasimpatico). Fino agli anni ‘70-’80, le malattie del Sistema Nervoso includevano sia i disturbi psichici, sia le malattie neurologiche per cui esisteva un’unica specializzazione chiamata “neuropsichiatria”. In seguito, anche a fronte degli sviluppi significativi nel campo delle neuroscienze, neurologia e psichiatria si sono separate, dando origine a due percorsi di specializzazione differenti.

Oggi infatti i due ambiti della medicina vengono praticati separatamente dallo psichiatra (disturbi mentali) e dal neurologo (malattie neurologiche).
Le malattie neurologiche vengono distinte sia in base alla localizzazione (sistema nervoso) sia in base al modo in cui si originano (etiopatogenesi). Alcuni esempi di malattie neurologiche includono: epilessie, i disturbi del sonno, i movimenti involontari, l’emicrania, i disturbi della coscienza (coma, stato vegetativo, mutismo acinetico, ecc), le sindromi dolorose, le demenze, malattie degenerative in generale.


Attenzione: l’abusivismo professionale nell’ambito della cura della psiche è una grave piaga sociale che va contrastata con ogni mezzo.
Se vuoi difenderti meglio, scarica l’opuscolo predisposto dall’ordine degli psicologi.

top